Camper Idea - Viaggi ed idee per un viaggio in camper
 


I nostri Viaggi in Camper
 
Elenco LocalitÓ in Camper
 
 
Camper Link
Home page Camper IDEA
 

Iscriviti alla Mailing List di Camper IDEA:
Sarai informato quando verranno pubblicati nuovi Diari di Viaggio in Camper

Sito realizzato da
Penta Sistemi






In Camper ad Inari
Lunedý 19 Agosto 2002

In Camper ad Inari

Martedý 20 Agosto 2003

In Camper ad Inari
Mercoledý 21 Agosto 2002
  La mattina ci alziamo con tutta calma, e ci dedichiamo alla raccolta di quanto la terra produce in abbondanza da queste parti: funghi e mirtilli. Lorenzo ed Alessia si avventurano per i boschi circostanti alla ricerca di un esemplare per ogni specie di fungo presente nella zona. Finita la loro raccolta, chiedono al bar se qualcuno dei presenti è in grado di dire loro quali specie sono commestibile, ed eventualmente le migliori, e quali non lo sono. Un gentilissimo signore si prodiga in inglese a dare loro le spiegazioni richieste. Lorenzo ed Alessia ringraziano cortesemente per tanta gentilezza e si ripropongono di cercare nel pomeriggio la specie migliore, con l’intento di condirci la pastasciutta.
Nel mentre, Teo ed Esther hanno raccolto una gran quantità di mirtilli, e sono intenti nella loro pulizia.
Verso le 14.00 pranziamo e subito dopo ci preoccupiamo di riordinare un po’ i camper.
 
 
Ukonjärvi - La capanna davanti ai nostri camperUkonjärvi - Teo intento nelle pulizie del camper
Clicca sull'immagine per ingrandirla
 
  Terminate le doverose pulizie, Lorenzo e Teo si recano al lago sulla cui riva è situato il campeggio, per fare la loro ormai rituale pescatina.  
 
Ukonjärvi - A pesca sul lago del campeggioUkonjärvi - A pesca sul lago del campeggio
Clicca sull'immagine per ingrandirla
 
  Verso le 15.30 partiamo per Inari, che poi sarà la località dove eseguiremo il famoso “giro di boa”, cioè il punto più a nord che toccheremo in questa vacanza. Alle 16.10 e 29 secondi siamo alla latitudine nord di 68°54.803’. Da ora in avanti la lancetta della nostra bussola segnerà inesorabilmente solo e soltanto sud.  
 
Inari - Il punto più a Nord raggiunto in questa vacanza
Clicca sull'immagine per ingrandirla
 
  Inari è una cittadina sparsa per un’area abbastanza vasta. Facciamo visita ad un grande negozio di souvenir, dove acquistiamo articoli che ci ricorderanno questa splendida vacanza. Lorenzo decide di comprare una canna con mulinello e qualche esca artificiale, per vedere se i risultati delle tradizionali pescatine migliorano. Poi, in attesa che il resto del gruppo esca dal negozio, nota delle colonnine molto strane nei parcheggi delle macchine. Vuoi vedere che sono le famose prese di corrente per poter riscaldare il motore d’inverno. Apre uno sportellino ed il dubbio svanisce alla vista di una presa di corrente di tipo europeo. Poco più in la, una vecchia macchina espone in bella vista il cavo che presumibilmente serve per attaccarla alle colonnine. Che strano il mondo, qua le macchine hanno le solite necessità dei camper!!  
 
Inari - Colonnine nei parcheggi
Clicca sull'immagine per ingrandirla
 
  Rientriamo in campeggio e Lorenzo ed Alessia si danno alla ricerca di funghi, di quella specie che gli è stato indicata come la migliore. La ricerca si esaurisce in poco più di mezz’ora, con un abbondante risultato. Siccome non sono sicuri di quanto raccolto, cercano il tipo della mattina, perché esegui una cernita dei funghi trovati. Il signore, gentilissimo, li accontenta e Lorenzo ed Alessia, per ringraziarlo, gli offrono una bella birra gelata!!
E’ ormai sera, ed approntiamo la tavola della capanna in legno per la cena. Lorenzo, con i funghi raccolti, fa un bel sugo per la pastasciutta che poi si gusterà quasi in solitaria perché nessuno è disponibile ad assaggiarla per paura di un’intossicazione. Solo Alessia ne mangia un boccone e concorda con Lorenzo che è veramente eccezionale!!
La sera trascorre tra una chiacchiera e l’altra scaldati ed illuminati dal fuoco nel camino.
 
 
Ivalo - A chiacchiera davanti al fuoco
Clicca sull'immagine per ingrandirla
 
  Verso mezzanotte decidiamo di andare al lago a fare qualche foto al tramonto, purtroppo domani ce ne dovremo andare, e come già detto, la rotta sarà verso, sud, verso un mondo che lentamente diventerà sempre più simile al nostro.
Lo spettacolo è veramente mozzafiato e crediamo che le foto si commentino da sole.
 
 
Tramonto al Circolo Polare Artico
Clicca sull'immagine per ingrandirla
 
     
   
Autocaravan Kentucky Camp