Camper Idea - Viaggi ed idee per un viaggio in camper
 


I nostri Viaggi in Camper
 
Elenco LocalitÓ in Camper
 
 
Camper Link
Home page Camper IDEA
 

Iscriviti alla Mailing List di Camper IDEA:
Sarai informato quando verranno pubblicati nuovi Diari di Viaggio in Camper

Sito realizzato da
Penta Sistemi






In Camper a Kuumu ed al confine con la Russia
Sabato 17 Agosto 2002

In Camper a Kuumu ed al confine con la Russia

Domenica 18 Agosto 2002

In Camper a Kuumu ed al confine con la Russia
Lunedý 19 Agosto 2002
  Oggi è la prima vera giornata di pioggia da quando siamo in Finlandia. In fondo non ci possiamo lamentare.
Abbiamo deciso che raggiungeremo Kuumu per vedere il confine finlandese con la Russia Vartius–Kostomuksha. Arrivati ad un piazzale antistante la frontiera vera e propria, sulla strada 866, scattiamo qualche foto di nascosto. La sensazione è un po’ strana, perché non ci sembra vero che a poche decine di metri, forse un centinaio, inizia il territorio russo. Per un italiano, essersi spinto così ad est via terra, non è cosa da tutti i giorni. Non solo, ma il pensiero che facendo solo un chilometro ci farebbe ritrovare sul territorio di quella superpotenza così rigidamente controllata e sorvegliata, non ci pare proprio possibile!! In fondo basterebbe presentarsi al confine e sperare nella buona sorte. I passaporti li abbiamo, chissà che…Ammettiamo che forse non è così facile, quindi invertiamo la marchia e ci rimettiamo in viaggio verso il grande nord, un po’ dispiaciuti di essere arrivati vicini ad una meta così poco usuale e non averla potuta raggiungere.
 
 
Vartius - Confine con la RussiaVartius - Confine con la Russia
Clicca sull'immagine per ingrandirla
 
  Teo decide che per ritornare a Kuusamo è meglio imboccare una scorciatoia, che si rivelerà poi un disastro: la strada non è interamente asfaltata ed i camper saltano a destra ed a sinistra, i sassi schizzano da tutte le parti, la velocità è bassissima: è un inferno!
Finalmente, dopo una buona mezz’oretta di questa passione, ci ritroviamo sulla strada asfaltata che ci porterà a Kuusamo. Ad un certo punto Teo e la Esther ci comunicano che hanno intenzione di fare una deviazione verso il paesino di Parppeinvaara, che la loro guida riporta come un vero e caratteristico paesino della Carelia. Lorenzo ed Alessia decidono di non partecipare a questa escursione viste le condizioni del tempo, e considerato soprattutto il fatto che il percorso sarebbe nuovamente tutto sterrato. Decidiamo di riunirci nuovamente al prossimo paese, una volta che Teo e la Esther avessero finito la loro escursione. Dopo circa una mezz’oretta, Lorenzo riceve una telefonata dalla Esther la quale, tutta trafelata, gli comunica che erano finiti fuoristrada con il camper. Dopo le giustificatissime imprecazioni, Lorenzo ed Alessia invertono la marcia per soccorrere Teo e la Esther. Si sorbono anche loro una ventina di minuti di sobbalzi e sassate, prima di arrivare al punto dove il camper dei loro amici è impantanato. Meno male che fosse già passata una pattuglia di polizia finlandese e che grazie ai cavi in loro dotazione, fossero riusciti a rimettere in strada il camper di Teo e della Esther, senza che questo subisse un ben che minimo danno. Da quel momento in poi Teo verrà soprannominato “Braccio di Ferro il Dio dello sterro” o “l’Uomo mascherato il Re dello Sterrato”!!!
 
 
Parppeinvaara - La strada su cui si è impantanato Teo
Clicca sull'immagine per ingrandirla
 
  Raggiungiamo Kuusamo per passare la notte. Ci accorgiamo di non aver mai cenato in nessun ristorante tipico finlandese. La nostra guida ne riporta uno molto carino proprio in quella cittadina. Girelliamo per un’oretta, senza riuscire a trovarlo. Decidiamo per un ristorante dal nome “Mamma Maria”, senza accorgerci che è un ristorante italiano!!!! Quando ce ne accorgiamo è troppo tardi, ma consumiamo comunque un pasto decente, anche se alla richiesta di una seconda birra, ci viene risposto che la vendita degli alcolici dopo le 21.00 è proibita!!!
Sistemiamo i camper per la notte in un parcheggio prospiciente una chiesa, e passiamo una notte tranquillissima.
 
     
   
Autocaravan Kentucky Camp